Cerca
Differenze iPhone 14 e Samsung S24

iPhone 14 vs Samsung S24: quale comprare nel 2024?

iPhone 14 vs Samsung S24: quale comprare nel 2024?

Se hai bisogno di uno smartphone più recente, ma non sai cosa scegliere. 

Se desideri uno smartphone più performante, ma non sai decidere quale scegliere, leggi il nostro articolo.

Noi di TrenDevice abbiamo ripreso in mano 2 modelli: l’iPhone 14 e il Samsung S24. Abbiamo rivisto i pregi e i difetti di questi smartphone per cercare di capire se nel 2024 sono ancora una scelta valida. 

E come al solito la nostra verifica ha preso in considerazione:

  1. Lo schermo e il design
  2. Il processore
  3. La fotocamera
  4. La durata della batteria
  5. I colori

Al termine di questo articolo avrai gli elementi corretti per decidere quale scegliere, tra iPhone 14 e Samsung S24.

Buona lettura!

iPhone 14 vs Samsung S24: schermo e design

Lo schermo dell’iPhone 14 è un OLED Super Retina XDR da 6,1 pollici con una risoluzione 2532×1170 pixel a 460 ppi e tecnologia True Tone. Niente Dynamic Island, né tecnologia ProMotion e neppure schermo Always-on. Queste sono caratteristiche che si trovano solo sui modelli Pro e Pro Max. È un peccato che su un modello così… Basico manchi ancora la frequenza di aggiornamento a 120 Hz. Avrebbe reso tutto ancora più fluido e veloce. E… Sì, esatto, è lo stesso schermo dell’iPhone 13, identico. 

È un bello schermo, sia chiaro, con colori fedeli e dettagli nitidi. Ma se chi legge questo articolo “divora” molti contenuti multimediali (o adora i videogiochi), è bene che si rivolga a uno schermo grande come quello dell’iPhone 14 Plus. E per avere un dispositivo impeccabile anche quando si è all’aperto e il sole colpisce la superficie dello schermo, in questo caso è preferibile l’iPhone 14 Pro. 

L’iPhone 14 ha il Ceramic Shield ma è sempre bene spendere qualcosina per una protezione e cover, perché le “prove” alle quali il dispositivo viene sottoposto avvengono sempre in ambienti controllati (la realtà è proprio un’altra cosa).

L’iPhone 14 pesa 172 grammi e ha una capacità di archiviazione di 128, 256 o 512 GB.

Il Samsung S24 ha uno schermo da 6,2 pollici Dynamic AMOLED 2X con risoluzione 2340 x 1080 e frequenza di aggiornamento da 120 Hz. È molto leggero e si tiene in mano con facilità, grazie ai lati piatti in alluminio e il retro anch’esso piatto. Come design richiama molto il Samsung S23. Il dispositivo arriva con l’Armor Aluminium di Samsung e secondo l’azienda sudcoreana è più resistente di quello presente sul Samsung S23. Anche in questo caso, una bella protezione è altamente raccomandata. 

Da rammentare che la frequenza di aggiornamento dello schermo da 120 Hz permette alla batteria una migliore durata, oltre ad avere maggiore reattività e scorrevolezza (per esempio quando si sfogliano le pagine Web). La risoluzione dello schermo è FHD+ mentre il Samsung S24+ ha quella QHD+. È un problema? No, perché comunque i colori appaiono luminosi e i dettagli corretti. Inoltre ha una luminosità di 2600 nit permette di godere dei contenuti all’aperto, un una bella giornata di sole, senza difficoltà.

Il Samsung S24 pesa 167 grammi, mentre l’archiviazione parte da 128 GB per passare a 256 GB e a 512 GB.  

iPhone 14 Ricondizionato

iPhone 14 vs Samsung S24: il processore

A proposito del processore dell’iPhone 14, ricordiamo che si tratta di un A15 Bionic a 3.2 GHz e con 6 core, il medesimo che si trovava sull’iPhone 13 dell’anno prima. La RAM però è aumentata rispetto al modello precedente, sono 6 GB invece di 4, e anche il numero dei core della scheda grafica sono “cresciuti”. Adesso sono 5 invece di 4. È un problema trovare lo stesso chip su un dispositivo più recente? No.

Le prestazioni della scheda grafica sono superiori se paragonate all’iPhone 13, mentre in generale il processore se la cava davvero benone. Non solo nella gestione dei videogiochi, ma anche quando deve gestire compiti più complessi come per esempio la codifica di un video 4K.

Impossibile non citare la funzione di Rilevamento incidenti che ricorre all’accelerometro high‑g del dispositivo per chiamare i soccorsi e i contatti di emergenza. E poi quella SOS emergenze via satellite, decisamente utile se si è in luoghi dove la connessione alla Rete del proprio operatore telefonico è assente, e si è in una situazione di emergenza. Al momento è ancora gratuita, offerta da Apple, poi la società di Cupertino comunicherà i costi.

Il Samsung S24 porta in dote un processore Exynos 2400 di Samsung con 8 GB di RAM (che salgono però a 12 sui modelli da 512 e 256 GB). Da ricordare che per il mercato europeo Samsung usa questo processore, mentre per quello statunitense imbarca lo Snapdragon 8 Gen di Qualcomm che si dimostra tranquillamente più performante di quello di Samsung. Ma occorre comunque riconoscere che nell’uso quotidiano il Samsung S24 si dimostra veloce, e gestisce senza difficoltà giochi impegnativi (ma si scalda, questo è bene tenerlo a mente).

Il grosso delle novità del Samsung S24 sta tutto nella IA che si trova un po’ ovunque. E verso l’implementazione dell’Intelligenza Artificiale, dopo un po’ che si usa, ci si ritrova con sentimenti un po’ ambivalenti. 

Da una parte si resta ovviamente ben impressionati da quello che riesce a fare. Eliminare un “intruso” da una foto altrimenti perfetta è uno scherzo da ragazzi, sul serio, e lo scatto non mostra affatto l’intervento intrusivo. Dall’altra parte, la capacità dell’Intelligenza Artificiale di intervenire per esempio nella redazione di un testo, appare appunto un po’ troppo… Artificiale appunto. Probabilmente in futuro questo difetto sarà superato, ma al momento chiedere all’IA di mettere mano al testo non pare una buona idea. 

Di fatto Samsung ha nascosto di aver migliorato di poco l’hardware di questo dispositivo ricorrendo appunto all’Intelligenza Artificiale, che impressiona assai, almeno in certi ambiti (in altri, sembra voler strafare). 

Entrambi i dispositivi hanno la certificazione IP68 contro schizzi, gocce e polvere.

iPhone 14 vs Samsung S24: la fotocamera

A proposito della fotocamera dell’iPhone 14 diciamo subito che qui abbiamo il medesimo sensore da ƒ/1.5 (sul grandangolo) che si trovava sull’iPhone 13 Pro. Altra novità interessante è l’arrivo del Photonic Engine che migliora le foto, soprattutto quelle scattate in condizioni di scarsa luce. I dettagli inoltre sono più… Dettagli! Anche l’ultra-grandangolo, che pure non ha subito modifiche, offre scatti migliori in condizioni di scarsa luce, e pure qui occorre ringraziare il Photonic Engine per il buon lavoro svolto.

E nelle condizioni di luce diurna (di giorno insomma)? L’iPhone 14 scatta foto eccellenti, con i colori corretti, e molti più dettagli rispetto al modello precedente. Occorre però ricordare che il meglio per la fotografia lo si trova nell’iPhone 14 Pro, con la fotocamera principale da 48 MP. A questo proposito, leggi la nostra recensione dedicata proprio all’iPhone 14 Pro.
Oppure, dai un’occhiata alla nostra videorecensione!.

La nostra videorecensione dell’iPhone 14 Pro

Da rimarcare anche le migliorie sulla fotocamera frontale, che rende quindi i selfie migliori, in particolare il tono della pelle. Dovuto alla presenza, anche qui, del Photonic Engine? Certo.

Se infine ci spostiamo sul video, ancora una volta occorre scrivere un po’ le stesse cose. Perché l’iPhone in questo settore vince ancora una volta. La modalità Azione permette di stabilizzare i soggetti che si muovono, e oltre a questo adesso abbiamo la possibilità di riprendere in 4K ricorrendo alla modalità Cinema.

Il Samsung S24 ha 3 fotocamere, una delle quali da 50 MP (ƒ/1.8). Ed è simile a quelle che erano presenti sul Samsung S23. Ci sono quindi l’ultra-grandangolo da 12 MP e il teleobiettivo da 10 MP. Sinceramente lascia perplessi che la società sudcoreana abbia deciso di dedicare così poca cura a questo ambito, per dedicare tanto (o tutto) al Samsung S24 Ultra. Ma è andata così. 

Non che siano delle brutte fotocamere o che gli scatti siano mediocri. Al contrario. Di certo i modelli della concorrenza offrono qualcosa di più, e qui quel “qualcosa in più” manca completamente.

La fotocamera da 50 MP svolge bene il suo lavoro, in diverse condizioni di luce regalando scatti con colori brillanti. Il teleobiettivo è particolarmente indicato per i ritratti. E se devi scattare foto di paesaggi ampi, l’ultra-grandangolo è un buon alleato.

iPhone 14 vs Samsung S24: la durata della batteria

Riguardo all’iPhone 14 e alla durata della batteria, è bene guardare ai modelli precedenti, non all’iPhone 13, perché i miglioramenti non sono rivoluzionari. E non potrebbe essere diversamente. Ma se chi legge ha un iPhone XS Max per esempio, è bene che si precipiti a comprare l’iPhone 14. Con questo iPhone è possibile affrontare la giornata senza preoccuparsi dell’alimentatore, perché si può arrivare a fine giornata con una batteria attorno al 20%. Niente male davvero, esatto, e quando scriviamo questo intendiamo una giornata-tipo, con foto, musica, social, posta e navigazione e qualche video. Gli smartphone Samsung non sono così abili a garantire questo.

È evidente poi che se si sta tutto il giorno a guardare video le cose cambiano un poco… Peccato solo per la connessione, ancora Lightning. Comunque l’iPhone 14 supporta la ricarica wireless MagSafe e Qi.

Il Samsung S24 a prima vista pare un poco deludente, portando in dote una batteria di 4000 mAh, un po’ troppo piccola visto gli altri modelli. Ma sarebbe un errore fermarsi a questi dati. Perché questo smartphone, grazie alla frequenza di aggiornamento a 120 Hz, riesce tranquillamente a raggiungere il termine della giornata. Riesce insomma a fare un poco meglio rispetto al Samsung S23. Quello che lascia un po’ perplessi è la ricarica wireless, supportata dal modello ma davvero lenta. È un peccato.

iPhone 14 vs Samsung S24: i colori

L’iPhone 14 ha questi colori: Blu, Viola, Giallo, Mezzanotte, Galassia, e RED.

Il Samsung S24 ha i colori Cobalt Violet, Amber Yellow, Onyx Black, Marble Gray, Jade Green, Sapphire Blue, Sandstone Orange.

Samsung Galaxy S24 Ricondizionato

iPhone 14 vs Samsung S24: quale conviene nel 2024? 

Infine occorre decidere, scegliere.

L’iPhone 14 ha un’ottimo reparto fotografico, una durata della batteria eccellente soprattutto se paragonata ai modelli più vecchi, e alcune caratteristiche (come la funzione di rilevamento degli incidenti), molto utili e interessanti. Certo, se chi legge ha un iPhone 13 sarebbe preferibile che non aggiornasse a questo modello (al massimo può passare all’iPhone 14 Pro che ha Dynamic Island e la tecnologia ProMotion), ma per tutti quelli che hanno un dispositivo più vecchio o addirittura molto vecchio, questo è assolutamente l’iPhone da prendere.

Il Samsung S24 è un piccolo ed elegante smartphone, che ha dalla sua le dimensioni piuttosto contenute, a differenza di altri modelli più grandi. Non ha delle funzioni “rivoluzionarie” purtroppo, e infatti lato hardware lascia un po’ a desiderare. Per questa ragione Samsung ha puntato molto sull’Intelligenza Artificiale che in effetti in certi ambiti fa molto bene il suo lavoro. E riguardo alla fotocamera (il video è di “pertinenza” dell’iPhone, che vince senza strafare) occorre ribadire quanto già detto prima. Vale a dire che il meglio Samsung lo ha indirizzato sui modelli top.

Per chi desidera approdare per la prima volta su Android probabilmente il Samsung S24 rappresenta un onorevole compromesso. Ma L’iPhone 14 nonostante certi limiti (la connessione Lightning per esempio), appare decisamente superiore.

TrenDevice è la casa del risparmio

Sai perché TrenDevice è la casa del risparmio?

Perché soltanto su TrenDevice puoi acquistare un dispositivo Ricondizionato (iPhone o Samsung) testato e garantito 12 mesi. E oltre a questo, hai il diritto di recesso di 30 giorni. E non finisce qui, sai perché?

Perché un Ricondizionato è più economico. Acquistando un Ricondizionato TrenDevice risparmi  dal 20% al 50% rispetto al nuovo

E non finisce qui, perché quando acquisti un Ricondizionato TrenDevice fai del bene anche al pianeta Terra. 

Per quale motivo?

Perché aiuti a risparmiare terre rare e metalli preziosi (necessari per la produzione di nuovi iPhone), e a non immettere nell’ambiente altra CO2. Quanta? Circa 80 chilogrammi. Un piccolo gesto con un grande impatto sull’ambiente!

Il Ricondizionato TrenDevice è davvero meglio?

Sì. Perché noi di TrenDevice il Ricondizionato lo conosciamo molto bene. 

È dal 2013 che TrenDevice ritira da privati o aziende, iPhone, Mac, iPad (ma anche Samsung top di gamma), e Apple Watch.

Abbiamo servito oltre 150.000 clienti raccogliendo più di 11.000 recensioni certificate sul sito Feedaty.

Siamo sbarcati alla borsa di Milano nel 2020

Non solo. 
Anche nel 2023 TrenDevice è tra i migliori e-commerce italiani secondo il quotidiano Corriere della Sera.

Nei nostri laboratori ogni dispositivo acquistato viene sottoposto a oltre 30 test hardware e software dai nostri tecnici specializzati (scopri quali sono i test cliccando qui)
Paghiamo sempre in denaro i dispositivi ritirati, e prima di rimettere in vendita ogni dispositivo, lo sanifichiamo e igienizziamo.

Vieni a scoprire cosa succede nei laboratori TrenDevice

Ogni iPhone Ricondizionato venduto da TrenDevice ha la garanzia di un anno, e se non sei soddisfatto del tuo acquisto: hai 30 giorni per esercitare il diritto di recesso ed essere rimborsato integralmente.

E ricorda, su TrenDevice puoi acquistare a rate il tuo prossimo iPhone Ricondizionato, grazie alla collaborazione con ScalaPay. Per saperne di più, leggi la pagina dedicata.

Vieni a conoscere in negozio la qualità di TrenDevice 

Sì, in negozio!

TrenDevice non è solo vendita online di dispositivi Ricondizionati. Ora la qualità e la convenienza dei Ricondizionati TrenDevice le trovi anche in negozio. 

Ci trovi infatti a:

Nei negozi TrenDevice puoi vendere il tuo usato, permutare il tuo usato e scontare subito il valore su un nuovo acquisto, ricevere assistenza se già cliente TrenDevice.

Scopri la convenienza del Noleggio TrenDevice

Ti serve un iPhone per un breve periodo di tempo? 

Non lo vuoi acquistare Ricondizionato perché ne hai bisogno per pochi giorni?

Sei un partita IVA? Oppure un’azienda? 

Allora il Noleggio TrenDevice è la soluzione perfetta per te.

Perché grazie al Noleggio TrenDevice hai una serie di vantaggi:

  • Il costo è deducibile al 100% nell’esercizio, evitando così l’ammortamento a 5 anni
  • La procedura è rapida e 100% online
  • Puoi scegliere di noleggiare anche per brevi durate
  • Puoi proteggere i device noleggiati anche da furto e danni accidentali
  • Puoi fare upgrade ogni 12 mesi per mantenere sempre aggiornata la dotazione tecnologica della tua azienda
  • Infine ricorda che noleggiare un Ricondizionato è anche una scelta sostenibile.

I dispositivi proposti a noleggio non sono solo iPhone Ricondizionati TrenDevice, ma anche Mac e iPad Ricondizionati.

In Italia la qualità del Ricondizionato è TrenDevice.